Commenta per primo
Il portiere del Napoli Alex Meret ha parlato in un'intervista ai microfoni di Canale 8: "Abbiamo lavorato tanto, facendo molti doppi allenamenti. In questo periodo siamo stanchi ma è normale perché stiamo caricando molto, facendo ciò che ci chiede il mister. I risultati arriveranno. Adesso apriamo a queste amichevoli di prestigio, dovremo affrontarle al meglio perché sono importanti per avvicinarci bene al campionato".

E' un vantaggio o uno svantaggio la nuova regola sulla rimessa del portiere? "Dipende come viene sfruttato. Può essere un vantaggio nel far ripartire l'azione veloce per uscire bene dal primo possesso. Ma bisogna stare attenti perché siamo ancora più vicini all'area e se perdiamo il pallone la squadra avversaria facilmente si renderebbe pericolosa".

Per te deve essere l'anno della consacrazione. Vuoi essere il titolare? "Voglio essere titolare, come tutti. Lavoriamo per farci trovare pronti. Personalmente spero di trovare continuità e stare bene fisicamente. In questa prima parte di ritiro sto bene, questa è la cosa più importante".

Manolas-Koulibaly la coppia più forte della Champions League? "Non lo so perché ci sono tante grandissime squadre, ma è tra le migliori d'Europa. Questo è un vantaggio per noi e dobbiamo sfruttarlo, ma tutta la squadra deve lavorare al meglio per far sì che anche per loro il lavoro sia più facile".

Come si può provare a vincere? "Lavorando tutti i giorni per migliorarsi. Abbiamo un anno d'esperienza in più col mister, conosciamo quello che vuole. Il gruppo è rimasto più o meno lo stesso, i nuovi si inseriranno benissimo. Proveremo sempre a vincere. Ciò che fanno gli altri non ci interessa, pensiamo solo a noi stessi".
Il Napoli giocherà molto in alto, tu sei coinvolto e la tua posizione cambierà. "Dovrò stare ancora più vicino alla difesa, alto anch'io per evitare contropiedi. Ma bisogna fare attenzione a non sbilanciarsi troppo, dovremo trovare il giusto equilibrio".

Su Idasiak: "E' un ragazzo molto interessante, lo sto conoscendo meglio in ritiro. E' davvero forte tra i pali. Mi chiede consigli, guarda ciò che faccio per migliorare tecnicamente. E' un buonissimo prospetto, è giovanissimo. Dovrà fare bene nel campionato Primavera per far capire che c'è anche lui".

Sarà importante comportarsi bene anche coi piedi. "Più andiamo avanti più il portiere viene coinvolto. Stiamo facendo più esercitazioni con la difesa e individualmente per migliorare coi piedi. Dovrò dare una mano per creare superiorità in difesa e uscire dal primo pressing degli avversari".

I tifosi vogliono lo scudetto: cos'hai percepito qui a Dimaro? "Come l'anno scorso ho percepito grandissimo entusiasmo. C'è sempre una gran risposta qui in ritiro. A noi fa bene, speriamo che durante l'anno vengano al San Paolo a darci il loro apporto. Anche noi vogliamo vincere, dovremo essere uniti e non mollare".

Che effetto fa vedere nomi come James, Pépé e Icardi accostati al Napoli? "Sono tutti grandissimi giocatori, che se dovessero arrivare potrebbero darci una gran mano. Ma noi siamo un grande gruppo, se arriva qualcuno saremo felici di accoglierlo e faremo sì che possa darci una mano per il campionato".