L'edizione odierna de Il Mattino svela il possibile futuro di Dries Mertens: Il messaggio a Dries Mertens è già arrivato: «È pronto un biennale per te». La stima del presidente Aurelio De Laurentiis è nota. E non è il caso di parlare di trattativa, non è necessaria. Piuttosto tocca a Ciro il belga riflettere sul da farsi. E in tempi stretti. Ora Dries è legato sino al 2020 al Napoli ed è facile dedurre che l’idea di un prolungamento sino al 2021 o al 2022 è nella logica dei progetti societari. Da parte sua l’esterno non ha dubbi: ora a 32 anni e si sente in condizioni di poter giocare ad alti livelli per almeno altri tre anni. Crede di poter dare ancora una grande mano al Napoli. Ed è per questo che ha deciso di restare qui. Certo, ha avuto una forte tentazione e non è detto che non possa succedere di nuovo: si sono fatti vivi dagli Stati Uniti, dal Miami, proponendogli un futuro negli States. Ma l’idea di volare in Florida al momento non lo convince: piuttosto, meglio attendere una eventuale nuova proposta dalla Cina. Il punto è che senza rinnovo, a gennaio può già potenzialmente firmare per un nuovo club. Nei piani di De Laurentiis il problema non si pone, visto che per lui pensa a un futuro lungo in azzurro. Insomma l’appuntamento è nell’aria. Il nuovo corso in attacco dipende anche dalle uscite di scena: se resta Mertens, è evidente che a partire sarà Simone Verdi e che non rientrerà alla base Inglese (che però il Parma non pensa di tenere)".