1
È un'eliminazione amara quella di ieri per il Napoli. C'era di fronte un avversario fortissimo, nulla da dire, però dispiace per come sia andata, tra qualche svista arbitrale e soprattutto un Napoli che ha staccato la spina per mezz'ora.

Lorenzo Insigne ha sottolineato questo suo dispiacere, lui ci credeva. Ha fatto di tutto per esserci, andando anche oltre il dolore, oltre l'infortunio rimediato contro la Lazio. Ha provato a dare il massimo, ha creato buone occasioni e ha trovato anche il gol del 3-1. Dalla notte di Barcellona però lui ne esce "vincitore" con una piccola soddisfazione personale. Insigne è infatti il primo italiano nella storia a segnare in Champions League in trasferta sia contro Real Madrid (al Bernabeu) che contro il Barcellona ( al Camp Nou).