Commenta per primo

Il Napoli torna alla carica per Victor Ruiz. Torna alla carica a testa bassa, perché sul colosso catalano aveva già posato in estate e una trattativa era già stata avviata con l'Espanyol. La seconda squadra di Barcellona che ha lanciato il difensore - mancino, giovane e dunque prima scelta azzurra - ed ora anche epicentro di un giro di mercato che parte dalla Catalogna e arriva in Germania, passando per l'Italia: su Victor si sono fiondate anche Inter, Juventus, Villareal e Bayern Monaco. La situazione è chiara, chiara a tutti, perché i movimenti che scuotono il mondo-Napoli fanno intuire a chiare lettere che il club di De Laurentiis non ha alcuna voglia di lasciarsi sfuggire quello che in tanti, ora in troppi, considerano un talento.

Dalla sua Ruiz ha il fisico da corazziere (80 chilogrammi distribuiti su 185 centimetri), l'età (compirà 22 anni il 25 gennaio) e le referenze: ormai è un titolare inamovibile della squadra barceloneta, e a settembre ha anche esordito nell'Under 21. Mica male, per uno che fino al 2009 navigava nella squadra B. Il Napoli ha atteso, temporeggiato e provato ad ammorbidire le richieste della dirigenza catalana, che, stretta anche dalla morsa di una situazione economica non proprio florida, in estate ha provato a ricavare dalla cessione del mancino fino all'ultimo euro della clausola rescissoria. Ovvero 8 milioni di euro. Troppo, il verdetto napoletano. La stima, però, non è sfiorita con il passare del tempo, e anzi forse è cresciuta. Come del resto sono aumentati i suoi estimatori: l'Inter cerca un vice Samuel; e poi ci sono la Juve, il Villareal e il Bayern. E Victor? Spallucce a go-go: 'Sono felice di tutto questo interesse nei miei confronti - ha detto in patria -, ma io ho un contratto di tre anni con il club che mi ha permesso di giocare e intendo rispettarlo'.

(Il Mattino)