5
Il Napoli è stata la prima società in Serie A a porre i propri dipendenti in cassa integrazione. Regna invece un silenzio assordante sulla questione stipendi dei calciatori. Nessun passaggio ufficiale: come riferito dal Corriere dello Sport, il club non ha ancora comunicato ai calciatori quale sarà il modus operandi. Per il mese di febbraio il pagamento è regolarmente avvenuto, tra il 10 e il 16 del mese successivo. I giocatori attendono nelle loro case, mentre continuano il piano di allenamenti personalizzato, la decisione della società per il mese di marzo. Non c’è una linea definita di squadra, alcuni hanno provato a contattare il ds Giuntoli o Gattuso per chiedere informazioni al riguardo. Tutto fermo.

DRIES BLOCCATO - Novità arriveranno a stretto giro di posta, cosa che non si può dire per la situazione contrattuale di Dries Mertens. A inizio marzo l’incontro all’Hotel Vesuvio con il presidente De Laurentiis sembrava il preludio alla firma sull’atteso rinnovo, due milioni alla firma del contratto, e poi biennale da quattro milioni netti a stagione, ma l’emergenza coronavirus ha congelato la situazione. Bisogna aspettare, poi dovranno riparlarne, rivedersi, e capire in che modo procedere, soprattutto dal punto di vista economico. Alla finestra, per l’attaccante belga in scadenza, c’è sempre l’Inter, con una proposta di un ricco biennale da 5 milioni più bonus.