5
Il Napoli si interroga sul futuro. Nella prossima stagione alcuni reparti potrebbero subire una vera e propria rivoluzione. E’ il caso dell’attacco, mai come in questo momento in ebollizione tra mancate conferme e nuovi arrivi. Le certezze sono rappresentate da Insigne e Politano, che dovrebbero restare, e Petagna, preso a gennaio. Per il resto, tutto è in bilico. Compreso Mertens, corteggiato senza sosta dall’Inter, ma così legato a tal punto a squadra e città da tentennare nonostante il ricco contratto proposto. De Laurentiis spera ancora nel rinnovo, ma intanto si muove per cercare il sostituto giusto. Che potrebbe essere un ragazzo definito il 'Messi iraniano’.

MOVENZE MERTENSIANE - Si tratta di Serdar Azmoun, attaccante 25enne dello Zenit San Pietroburgo, che ha letteralmente stregato il ds Giuntoli. Le movenze e i numeri sono molto simili a quelli di “Ciro: discreto dribbling, ottima accelerazione e capacità di legare il gioco tra i reparti. Azmoun allo Zenit gioca spesso in coppia con Dzyuba, da seconda punta, ma può essere impiegato anche come attaccante centrale. La duttilità stuzzica gli uomini mercato del Napoli, che, difatti, potrebbe decidere di prenderlo anche in caso di permanenza di Mertens
PREZZO E CONCORRENZA - A curare le operazioni è l’intermediario Fali Ramadani, che ha costanti contatti con il ds dello Zenit, lo spagnolo Javier Ribalta. Quest’ultimo ha informato Giuntoli: per prendere Azmoun servono almeno 30 milioni di euro. Una valutazione, frutto anche della scadenza del contratto lontana (nel 2022), ritenuta eccessiva dal Napoli, che però non molla e continua il pressing. Anche perché c’è da anticipare la concorrenza di un temibile avversario: l’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone, estimatore dell’iraniano. Mertens tentato dall’Inter, il Napoli ha già scelto il possibile erede.