5

Al Napoli non sono mancati i grandi portieri, e soprattutto alcuni tra i migliori pararigori mai visti. Tra questi c'è sicuramente Pino 'Batman' Taglialatela, amatissimo dai tifosi e spesso a un passo dalla Nazionale. Le prodezze di Reina (il penalty parato a Balotelli, ma anche il miracolo su Kurtic di ieri) fanno pensare allo spagnolo come il nuovo Taglialatela. Lui che era il pararigori per eccellenza (12 su 26 in carriera) vede Reina fare altrettanto bene: al Villarreal ne ha parati 7 su 9 nel 2004-2005 e 8 su 12 nelle serie dopo i 90'. Ora ha fermato Balotelli e ne aveva già respinto uno all'Emirates in precampionato. Calciomercato.com ha raccolto il parere di Taglialatela per parlare del portiere azzurro, analizzando sia la gara col Milan che quella col Sassuolo. 


Pino, partiamo dalla cronaca recente. Deluso per il pari col Sassuolo?
"Non è quello che ci aspettavamo, ma non si devono fare drammi. Ci sta che dopo quattro vittorie arrivi un pari e il Sassuolo non è la squadra che ha perso 7-0 con l'Inter, tutto sommato voglio vedere questo pareggio come salutare".

Che intendi?
"Benitez ha fatto questo ampio turn over perché deve capire il vero valore di questa rosa. Prendendo spunto da questa prestazione, si regolerà di conseguenza. Mi è piaciuto molto l'allenatore perché ha ammesso delle responsabilità senza cercare scuse".

Qualcuno ha visto Reina non bene sul gol di Zaza...
"Non è il caso di parlare di colpe del singolo, la squadra non ha funzionato nel suo complesso. A mio parere Reina ha dato sicurezza al reparto e, come a Milano, ha salvato il risultato. Sul gol l'attaccante è stato più bravo, non era affatto facile arrivare su quel tiro".

A proposito di Milano, anche lì lo spagnolo è stato determinante. 
"Ci sono state ingenuità anche col Milan e lui ha salvato il risultato. Parando quel rigore a Balotelli ha dimostrato di essere un grande portiere, si vede che lo ha studiato ed era preparato a fare la prodezza. È un portiere esplosivo e di grande personalità".

Ti somiglia Reina?
"Non devo dirlo io, però posso dire che lui ha fisicità di Peruzzi e la carisma di Zenga. Mi riferisco a come gestisce la difesa. E, come abbiamo detto, è uno specialista per i calci di rigore".