1
Come racconta Tuttosport, c'è stata una visita a sorpresa di Carlo Ancelotti ieri pomeriggio allo stadio San Paolo: "Le foto a rappresentare in maniera impietosa e (apparentemente) disastrosa degli spogliatoi al San Paolo. Poi, la voglia di verificare di persona se la realtà era la stessa delle immagini a lui mostrate. Ieri Carlo Ancelotti si è messo in macchina e ha deciso di fare un sopralluogo allo stadio San Paolo. Quindici minuti per avere quella conferma che avrebbe preferito non ci fosse, poi ha deciso di dettare al responsabile della comunicazione, Nicola Lombardo, un comunicato severissimo: "Ho visto le condizioni degli spogliatoi del San Paolo e non ci sono parole. Ho accettato la richiesta della società di giocare fuori casa le prime due partite per consentire che i lavori si ultimassero, come era stato promesso. In due mesi si può costruire una casa, invece non sono stati in grado di rifare gli spogliatoi. Dove dovremmo cambiarci per giocare contro Sampdoria e Liverpool? Sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori. Come hanno potuto Regione, Comune e Commissari disattendere gli impegni presi? Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato". A -3 dalla gara con la Sampdoria, cioè la prima ufficiale del Napoli al San Paolo, i lavori per i quali il Napoli era stato costretto a scendere in campo in trasferta contro Fiorentina e Juventus, non sono ancora conclusi. In particolare, l’ammodernamento degli spogliatoi".