Commenta per primo

I ragazzi che fecero l'impresa. La Mazzarri band compie ciò che nessuno neanche si azzardava a pensare. Non solo evitare di arrivare ultimi nel girone più difficile della Champions, ma addirittura creare le basi non per arrivare terzi ed uscire con onore (ma entrare nell'Europa League), ma per centrare la clamorosa qualificazione agli ottavi sbattendo fuori la corazzata milionaria del Manchester City.

Con una prestazione che entrerà nella storia, il Napoli ha battuto gli inglesi e si ritrova ad un passo dagli ottavi di finale. Ciò che sembrava impossibile sta diventando realtà. Un girone di ferro, improponibile alla vigilia, definito 'della morte' da un certo Sir Ferguson, potrebbe vedere oltre al già qualificato Bayern Monaco il Napoli come seconda forza. E incredibilmente ad uscire fuori potrebbe essere proprio il Manchester City, 'eliminato' di fatto proprio dagli azzurri.

E meno male che è arrivata questa vittoria, perché il Napoli sta viaggiando a due velocità: tutti si sono accorti che gli azzurri hanno un passo diverso tra Champions e campionato. In attesa di accordare gli strumenti, gli azzurri si sono presi un bel rischio: se non si fosse vinto col City, paradossalmente, sarebbe stato un guaio. Perché la classifica della serie A non è da vertice, e perché De Laurentiis ha apertamente dichiarato di puntare sulla coppa (non certo alla vittoria, ma di andare avanti il più possibile).

Il presidente è stato coraggioso, ma è stato premiato dal suo Napoli e da un po' di fortuna: il girone infernale, di fatto, si è giocato a tre squadre, visto che il Villarreal per ora ha dato punti a tutti, senza distinzioni. Però bisogna anche ricordarsi del campionato: perché anche vincere la Champions non servirebbe per la qualificazione alla prossima edizione. E dopo questa sbornia ritrovarsi in Europa League sarebbe comunque una delusione. Bisogna risalire in campionato al più presto, perché il terzo posto è d'obbligo: da lì passera la prossima Champions League. Prendere o lasciare?