Commenta per primo
Fabio Cannavaro è un capitano senza contratto e un giocatore senza dimora. Una posizione atipica per uno che si appresta a guidare da leader la Nazionale italiana ai Mondiali, e che nel 2006 ha alzato al cielo la Coppa del Mondo. Tuttavia la pessima stagione a Torino con la Juventus ha messo in crisi la carriera di Cannavaro, che ora sembra spaesato. Lui vorrebbe concludere a Napoli la sua attività e giocare con il fratello Paolo, ora più in voga di lui. Lo scorso anno il difensore e la società azzurra si avvicinarono, ma arrivò il secco 'no' di De Laurentiis, che più di una volta ribadì come Cannavaro fosse anziano secondo lui. Visti i risultati del campionato appena terminato, aveva ragione: molti però si attendono un grande Mondiale da parte del giocatore. Il Napoli potrebbe cambiare idea, e il motivo è chiaro: portare a Napoli Fabio Cannavaro potrebbe rivelarsi la più grande operazione economica possibile per i partenopei. Nonostante non sia stata una stagione brillante per lo juventino (ancora per poco), la quantità di sponsor che segue il difensore è indescrivibile, e quando si parla di sponsor si parla di soldi. Non a caso la Nike spingerebbe molto per un passaggio a Napoli. Gli ipotetici due milioni di euro di ingaggio che De Laurentiis dovrebbe dare a Cannavaro rientrerebbero raddoppiati, forse anche qualcosina in più, con la cessione dei diritti di immagine. Cannavaro si è detto pronto a trovare una mediazione con il Napoli e a cedere i diritti: a questo punto, è pur vero che stiamo parlando di esseri umani che non vanno valutati su basi esclusivamente economiche, ma il ragionamento fila. Inoltre un personaggio di spicco e di esperienza come il capitano della Nazionale potrebbe essere utile anche per una serie di trasferimenti in Campania, convincendo diversi atleti a sposare il progetto napoletano. E il suo inserimento da dirigente - perché questa potrebbe essere la soluzione finale dopo un anno di gioco - potrebbe essere importante anche per dare lustro e prestigio alla 'barca' azzurra.