231
Stanco ma vincente. Si gode una deliziosa terza giornata di ritorno il Napoli di Spalletti. Al Dall'Ara si è vista di nuovo la "Grande Bellezza" azzurra contro il Bologna. Per settanta minuti lo spettacolo è stato garantito. Gli esteti della pedata si sono divertiti nell'assistere al giro palla partenopeo massimo due tocchi e via. L'azione del gol del raddoppio di Lozano è da inserire nelle cineteche del calcio. Complimenti a Mihajlovic, che non ha accampato scuse e ha ammesso di aver perso contro la squadra più forte. Il successo in terra felsinea ha dato la possibilità a Mertens e compagni di recuperare tre punti sul Milan e due su Atalanta e Inter. Inoltre la Juve è stata rispedita a -5.

La Signora sperava in una scivolata napoletana ma il campionato non è la Coppa Italia. E quindi i bianconeri, dopo aver perso all'ultimo secondo dell'overtime la Supercoppa con l'Inter, sono a debita distanza. A proposito del finale della competizione in questione: vanno fatti i complimenti a Bonucci per la sportività dimostrata nei confronti del segretario dell'Inter. Un vero signore il difensore che, non essendo entrato per calciare i rigori, ha pensato bene di sfogarsi contro un dirigente nerazzurro mettendogli le mani addosso. Ma la gravità maggiore non è sua ma del giudice sportivo che invece di punirlo con una squalifica gli ha comminato una multa di 10mila euro. Praticamente niente per uno che guadagna tanti milioni all'anno. Bonucci è stato incentivato a farlo di nuovo, visto che non sono previste squalifiche per chi picchia i dirigenti avversari. 
Ha fatto rumore il tweet che il Napoli ha dedicato ad Atalanta e Inter dopo il pari di domenica. "Complimenti per un calcio onesto e spettacolare", c'era scritto nel post. Ebbene, alla parola onesto si sono rivoltati in molti. I soliti, diciamo. Coloro i quali si sentono sempre attaccati da questo punto di vista. Ma lo sport più bello del mondo dovrebbe essere proprio così... Intanto Spalletti sta recuperando un bel po' di uomini per questa seconda parte del torneo. La notizia più bella è il ritorno di Victor Osimhen. 57 giorni dopo l'infortunio subito a Milano contro l'Inter il ragazzone nigeriano, con tanto di maschera protettiva, ha rivisto il campo. E come se nulla fosse accaduto ha lottato a modo suo senza temere scontri o botte in faccia. Nei 24 minuti disputati ha messo di nuovo in mostra le sue caratteristiche offensive sfiorando anche il gol. Un felice rientro dunque per poter ambire alla zona Champions. Sì perché l'obiettivo è questo.

Il Napoli è in linea con i progetti estivi. Qualcuno sperava che la Coppa d'Africa potesse togliere punti agli azzurri. Ma al momento non è successo, poiché Juan Jesus al posto di Koulibaly e Lobotka al posto di Anguissa stanno facendo bene il loro lavoro. Poi appena torneranno i due giganti ci divertiremo ancora di più. Onestamente...