3
La Nazionale Femminile di Milena Bertolini scende in campo oggi alle 17.30 allo stadio Renzo Barbera di Palermo: l'avversaria è di tutto rispetto ed è la Svizzera. Proprio con loro le Azzurre condividono la testa del girone D di qualificazione ai prossimi Mondiali in programma nel 2023 in Australia e Nuova Zelanda. 

LA SVIZZERA - Attualmente in testa al girone D c’è la Svizzera. La squadra allenata da Nils Nielsen ha siglato 17 reti, subendone soltanto una. Tra le fila svizzere ci sono due vecchie conoscenze del calcio italiano: Serena Friedli e Gaelle Thalmann. Ci sarà anche la centrocampista della Roma Vanessa Bernauer. Tuttavia la miglior marcatrice è Ana-Maria Crnogorcevic, con 65 gol, che rientra nella lista delle convocate. Assenti Fabienne Humm e Sandy Maendly per infortunio. 

LE ASSENTI - Milena Bertolini dovrà fare i conti con molte assenze per questo match. Le infortunate Valentina Cernoia, Alia Guagni ed Aurora Galli. A cui si aggiungono Elisa Bartoli, Arianna Caruso, Martina Rosucci e Giada Greggi risultate positive al Covid-19 negli scorsi giorni. La CT dovrà dunque fare i conti con una vera e propria emergenza a centrocampo dove ha convocato Flaminia Simonetti e Norma Cinotti
L’ESPERIENZA - La CT azzurra però potrà contare sull’esperienza delle sue giocatrici. Conterà tra i pali su Laura Giuliani, in difesa Sara Gama e Cecilia Salvai. A centrocampo resta la giovane ma esperta Manuela Giugliano. Davanti spazio alla rossonera Valentina Giacinti con Cristiana Girelli. La numero 10 bianconera sarò anche a caccia del cinquantesimo gol in maglia azzurra, ferma a quota 49. Rientra tra l’elenco delle convocate dopo l’esperienza con l’Under 23 la bianconera Agnese Bonfantini

OBIETTIVO VITTORIA - Le azzurre dunque dovranno cercare la vittoria per raggiungere i prossimi Mondiali in Australia e Nuova Zelanda. Per mantenere la testa del girone sarà fondamentale vincere mettendo a segno il maggior numero di gol. Il discorso qualificazione in caso di risultato diverso non sarebbe comunque chiuso: le azzurre potrebbero disputare i playoff tra le seconde classificate, proprio come avverrà per la Nazionale allenata da Roberto Mancini.