133
Il vicepresidente della Juventus Pavel Nedved ha parlato ai microfoni di Dazn a pochi minuti dal fischio di inizio della partita contro la Salernitana. Tra gli argomenti affrontati anche l'inchiesta sulle plusvalenze nei confronti del club bianconero, nella quale l'ex calciatore risulta tra gli indagati: "Non è stato fatto un passo più lungo delle possibilità. Abbiamo rilasciato il comunicato chiaro, si è espresso anche il presidente Agnelli, ha parlato alla squadra e ai dipendenti, anche John Elkann ha parlato. Non è giusto che parli io oggi. Avrà riflessi sulle scelte? Non credo che ci saranno dei problemi all'interno della società. Se parlo del gruppo squadra, ai giocatori tocca poco. Non credo guardino alla società, io sono 11 anni fuori dal campo, abbiamo vissuto tante cose difficili in questi anni. La più difficile? Non credo. C'erano difficoltà grosse in passato che si sono risolte. Fa parte di essere Juve. Noi siamo orgogliosi e onorati di poterla rappresentare".