Commenta per primo

Stop alla Bianchi-dipendenza. Il Toro di Giampiero Ventura è stato fin dal primo giorno di allenamenti la squadra di tutti. In ogni senso. E tutti si sentono protagonisti. In fatto di gol la prova è evidente. Rolando Bianchi è capocannoniere della squadra con cinque reti, ma non è l'unico a segnare così come invece accadeva negli scorsi campionati. In granata finora hanno messo la loro firma sul tabellino anche altri otto giocatori, per un totale di nove marcatori diversi in tredici giornate di campionato.

Tre reti di Sgrigna ed Ebagua, cinque del capitano e un gol per Stevanovic, Oduamadi, Antenucci, Suciu, Darmian e D'Ambrosio, con quest'ultimo a segno ieri sera contro la Reggina.  A questi va aggiunto poi l'autogol di Iorio, che porta a 18 le reti complessivamente segnate da questa squadra che sta dettando legge in serie B, attraverso la forza di un gruppo finora indiscutibile e capace di rendere tutti i suoi elementi partecipi di una cavalcata entusiasmante, e che Ventura - insieme con i tifosi - spera di concludere col ritorno in serie A.