34
Sarà un'estate di rivoluzione per il Paris Saint-Germain, pronto a dire addio a diverse delle sue stelle. Lionel Messi in primis, la rottura si è consumata e gli ultimi fischi riservati dal Parco dei Principi certificano che la frattura non può ricomporsi, fino all'inesorabile addio a fine stagione, quando scadrà il contratto. La Pulce, però, non è l'unica, perché sulla lista degli 'indesiderati' sono finiti altri nomi illustri che la società ha deciso di mettere sul mercato: Marco Verratti è uno di questi, ma soprattutto c'è Neymar Jr.

LEGGI QUI: Verratti rompe con il PSG, la verità sul Milan e un problema per la Juve
FESTA BLAUGRANA - Il rapporto tra O Ney e la tifoseria parigina in realtà è teso da anni, ma gli ultimi mesi hanno acuito le frizioni. Il culmine è stato raggiunto dopo l'eliminazione in Champions League contro il Bayern Monaco, con il brasiliano indicato come l'emblema del fallimento del progetto Paris. E lo stesso brasiliano ci mette del suo per alimentare i malumori della piazza. L'ultima mossa a sorpresa, svelata da Gerard Romero, è la decisione di Neymar di partecipare ai festeggiamenti del Barcellona, sua ex squadra, per la conquista della Liga: un modo per celebrare assieme agli amici di un tempo, Marc-André Ter Stegen, Jordi Alba, Sergi Roberto e Sergio Busquets, che ha però infastidito i tifosi del PSG.

ADDIO IN ESTATE: TRE PISTE - Il tutto mentre in campo, con il Paris, non si vede dal 19 febbraio, complice quell'infortunio alla caviglia che lo ha costretto all'intervento chirurgico e a chiudere anzitempo la stagione. Con la possibilità di non tornare più a indossare la casacca del PSG. Detto della decisione del club di metterlo sul mercato, la novità lanciata da Le Parisien è l'apertura dello stesso Neymar all'idea di cambiare aria e cercare una nuova avventura. In questo senso hanno già iniziato a muoversi intermediari per trovare una soluzione in uscita con la Premier League in cima alla lista: il Chelsea ci aveva già pensato ma le difficoltà in classifica cambiano le prospettive per la prossima stagione; discorso diverso per Manchester United e Newcastle, in piena corsa per un posto in Champions League e con i Red Devils in aria di cambio di proprietà. Gli intermediari avrebbero sondato altre piste in giro per l'Europa, ma la pista britannica resta la più plausibile per i costi dell'eventuale affare: Neymar è legato al PSG con un contratto fino al 2027 da quasi 30 milioni di euro netti a stagione, cifre ben lontane dalle disponibilità della maggior parte dei club europei. Nel mentre, i parigini hanno già individuato chi potrebbe sostituire Messi e O Ney: i fari sono puntati su Bernardo Silva, il portoghese del Manchester City è la prima scelta e all'ombra della Tour Eiffel ritroverebbe Kylian Mbappé, con cui ha giocato al Monaco.