169
"Ora Leo potrà valutare le altre proposte che ha". Il presidente Joan Laporta non ha lasciato spazio a interpretazioni in conferenza stampa: tra Lionel Messi e il Barcellona è finita, ora è bagarre per il fuoriclasse argentino. Con una candidata che svetta su tutte le altre: il Paris Saint-Germain è pronto ad accogliere la Pulce. Un vecchio feeling quello tra i parigini e Leo, un sogno che era stato rimesso nel cassetto dalla proprietà qatariota dopo la notizia dell'accordo per il rinnovo tra il giocatore e il Barça. Quell'accordo però ora non esiste più, stracciato per via degli impedimenti legati ai limiti imposti dalla Liga, e ora Al-Khelaifi può tornare a sognare e qualcosa di più, avvicinare concretamente l'idea di un super team con Neymar e Mbappé, nonostante i tormenti per il rinnovo del francese che non arriva.

CONTATTI E L'APPELLO DI NEYMAR - Una pista che prende sempre più quota, sia perché dal Qatar è arrivato il via libera per l'affare, sia perché i contatti ormai sono sempre più serrati. Mauricio Pochettino ha già avuto modo in giornata di parlare con Messi, ma la chiamata più suggestiva arriva indubbiamente dall'amico ed ex compagno Neymar, pronto a un grande sacrificio pur di avere Leo a Parigi: rinunciare alla 10. L'indiscrezione la lancia RMC Sport, il brasiliano avrebbe tentato il tutto per tutto per convincere l'argentino a raggiungerlo e avrebbe messo sul piatto il suo numero di maglia: una proposta per ora declinata da Messi, che non vorrebbe sottrarre la 10 all'amico anche in caso di approdo a Parigi.
E RONALDO... - Segnali che si legano come anelli in una catena, indizi che spingono Messi sempre più all'ombra della Torre Eiffel per la gioia dei tifosi parigini. Un'operazione destinata, in caso di esito positivo, ad avere effetti inevitabili effetti sul mercato, anche su quello italiano se si pensa alla situazione di Cristiano Ronaldo. La Juventus ha ribadito che terrà il portoghese, ma CR7 è ancora convinto di voler andare via e il suo procuratore Jorge Mendes continua a lavorare per esaudire il desiderio. Il problema è che le possibilità si sono rapidamente assottigliate. Tornare al Real Madrid è uno scenario molto improbabile e le società inglesi hanno già investito su altri colpi: il Manchester United ha preso Sancho, il City ha chiuso Grealish e aspetta segnali da Kane. Resta solo il PSG, in un intreccio con Mbappé a Madrid e Icardi o Paredes (o entrambi) a Torino per completare l'operazione con i bianconeri. L'ingaggio di Messi, ovviamente, andrebbe a rovinare la possibile equazione e far saltare il banco, lasciando Ronaldo senza alternative concrete alla permanenza alla Juve. Cristiano aspetta, l'eterno rivale Leo può condizionare il suo futuro.