19
Si complica sempre di più il ritorno di Neymar al Barcellona. Nonostante la volontà di tutte le parti di portare al termine l'operazione, la trattativa appare ora decisamente in salita. Il giocatore ha più volte espresso la sua volontà di tornare in Catalogna, e anche nella giornata di ieri ha lanciato un indizio dalle tinte blaugrana. "Il miglior ricordo della mia carriera? Il 6-1 al Paris Saint-Germain con la maglia del Barcellona". Parole e musica, che si sposano con la volontà degli spagnoli e con le recenti dichiarazioni di Leonardo, ds dei parigini: "Il giocatore vuole andare via, abbiamo avuto dei contatti con il Barcellona".

GRANA FISCALE - Dalla Spagna, però, nella giornata di oggi rimbalzano notizie poco confortanti per il giocatore e per tutti i tifosi del Barça. Secondo quanto riporta il Mundo Deportivo, infatti, il fisco spagnolo avrebbe indagato sui conti del brasiliano relativi al quadriennio trascorso in Catalogna. La Hacienda, ora, chiede 35 milioni di euro al giocatore. Durante i primi mesi del 2017, infatti, superati i 183 giorni di residenza in Spagna, il giocatore avrebbe dovuto dichiarare i suoi ingressi come un cittadino iberico, ma così non è stato. Il Psg, inoltre, avrebbe inoltrato al fisco il contratto del brasiliano senza specificare le cifre dello stipendio. Una questione che potrebbe presto finire in tribunale e complica - a livello finanziario - il ritorno dell'asso verdeoro. 

FACCIA A FACCIA - Il giocatore, intanto, è pronto a tornare al servizio di Tuchel: nella giornata di domani, Neymar farà ritorno a Parigi. In programma, nelle prossime ore, c'è anche un colloquio faccia a faccia con il ds Leonardo.