MBaye Niang si difende dalle accuse circolate nella giornata di ieri: dopo essere stato fermato dai vigili urbani di Milano perchè guidava un auto senza avere la patente (il ragazzo ha soli 17 anni) sembra che Niang abbia tentato di spacciarsi per il suo compagno di squadra Bakayè Traorè. Il giocatore ha voluto smentire questa cosa e ha affidato le sue spiegazioni a Twitter:

"Ho commesso un grave errore, però non ho mai detto di essere Traorè, ma di guidare la sua auto. Chiedo scusa a tutti i tifosi, a Galliani, ad Allegri e al mio magnifico club”.