23
Antoine Griezmann è il nome più caldo del mercato internazionale, con il Barcellona che da ormai un anno cerca di strapparlo all'Atletico Madrid. Dopo il rifiuto della passata stagione, i catalani sono tornati alla carica in questi mesi, con Le Petit Diable che, alla fine della stagione, ha annunciato di aver preso una decisione: lascerà Madrid. Tutto fatto col Barcellona, quindi. O forse no. Perché nelle ultime ore si è fatto avanti anche il Paris-Saint Germain, che ha dalla sua un alleato importante: il tempo. 

LA CLAUSOLA - La clausola del giocatore francese, infatti, prevede una doppia soluzione temporale: fino al 30 giugno serviranno 200 milioni di euro, mentre dal primo luglio la cifra si abbasserà a 120 milioni. Ecco perché, almeno fino alla fine del mese, il PSG potrà cercare il sorpasso definitivo, anche con l'aiuto di una grande cessione. Neymar, infatti, è tentato dalla possibilità di tornare a giocare in Liga, con Real Madrid e guarda caso Barcellona in lizza; e un addio del brasiliano, che comporterebbe entrate per oltre 200 milioni nelle casse del club francese, potrebbe essere il giusto trampolino per dare l'assalto definitivo a Griezmann. Non solo, perché anche Cavani ha ricevuto diverse proposte, con l'Atletico in testaa chiudere un curioso triangolo di mercato sull'asse Madrid-Barcellona-Parigi, che possono portarlo lontano dalla Ligue 1. Con una doppia uscita di questo peso il PSG si troverebbe quindi costretto a fare un grande colpo davanti, e chi meglio dell'attaccante della nazionale francese? 

PROBLEMI AL BARCELLONA - Stando a quanto riportato da Sport, poi, in casa Barcellona c'è anche da considerare un possibile problema di natura ambientale. In primo luogo dal punto di vista tattico: la presenza di Luis Suarez infatti chiude le porte del ruolo da vero 9 a Griezmann, che sarebbe costretto ad allargarsi sulla fascia, snaturandosi rispetto al lavoro che è abituato a compiere all'Atletico e in nazionale. Non solo, perché secondo la stampa spagnola il fatto che un anno fa sia arrivato un rifiuto da parte del francese alla corte del Barcellona non è stato gradito dai senatori dello spogliatoio, che non vedono di buon occhio l'innesto del classe '91. Detto ciò, il Barcellona resta in vantaggio nella corsa a Griezmann, anche se il tempo è alleato del PSG, che sogna di ricomporre all'ombra della Tour Eiffel la coppia d'attacco che ha fatto sognare la Francia negli ultimi Mondiali.