87
Uno sta per iniziare la sua nuova avventura al Tottenham, dopo aver salutato l'Atalanta, Bergamo e l'Italia. L'altro potrebbe raggiungerlo presto, se i due club troveranno un accordo sulla sua valutazione. Loro sono Pierluigi Gollini e Cristian Romero, fino a oggi compagni di squadra con la maglia della Dea, che tra qualche settimana potrebbero ritrovarsi a Londra. Fabio Paratici, managing director degli Spurs, ha infatti individuato in lui l'obiettivo giusto per rinforzare la difesa.

OFFERTA SPURS - L'ex direttore sportivo della Juventus conosce bene le qualità dell'argentino, che lui stesso portò a Torino dal Genoa. Con la maglia bianconera Romero non ha mai giocato in realtà, dato che un anno fa l'Atalanta lo prelevò in prestito biennale con diritto di riscatto a 16 milioni di euro. Un affare, dato che dopo una sola stagione Cuti è stato eletto miglior difensore della Serie A, si è guadagnato la convocazione nell'Argentina - con cui ha vinto la Copa America - e ha già triplicato la sua valutazione.

CONTATTI IN CORSO - L'Atalanta chiede infatti 55 milioni di euro per lasciarlo partire, tra parte fissa e bonus. Una cifra non ancora raggiunta dal Tottenham, che però va avanti con fiducia nei contatti con la famiglia Percassi. L'intesa con l'entourage del giocatore è già stata trovata, per lui è pronto un contratto fino al 2026 con opzione per un ulteriore anno. Discorso aperto, con ottimismo per chiudere a breve: dopo Gollini, Paratici vuole continuare a fare spesa in Italia.