62
Siamo a ottobre, ma per i dirigenti è già tempo di lavorare in vista di gennaio. In particolare, la Juventus è concentrata sulle cessioni mancate nella parte finale della scorsa estate: Fabio Paratici è chiamato a sistemare più di un giocatore scontento della situazione attuale come nel caso di Mario Mandzukic, visto che si è bloccato il discorso legato al suo approdo in Qatar che avrebbe risolto un problema alla Juve. Non solo il croato, adesso in casa Juve si sta iniziando a studiare una soluzione anche per altre due situazioni delicate.


CASI DELICATI - La questione è legata ai due giocatori lungodegenti, gli infortunati ormai pronti al rientro ma che non fanno parte del progetto di Maurizio Sarri. Il primo è quel Marko Pjaca che era costato caro ai bianconeri, ha deluso in prestito alla Fiorentina prima di infortunarsi e adesso cerca una sistemazione per gennaio con la Juve che apre anche al prestito secco, preferibilmente in Serie A, così da sistemare Pjaca che certamente non rientrerà nelle idee di Sarri. Lo stesso vale per quel Mattia Perin che è quasi pronto, era stato a un passo dal Benfica che non si sta muovendo però per prenderlo a gennaio. Il mercato dei portieri è limitante e anche in questo caso sarà complesso trovare un'offerta a titolo definitivo: la Juve ha già comunicato a Perin che deve cercarsi squadra se non vuole rimanere praticamente fermo. Due casi che vanno risolti con urgenza, per il bene di tutti. Paratici ci sta lavorando...

Ascolta "Non solo Mandzukic: la Juve ha altri due 'problemi' da risolvere a gennaio" su Spreaker.