44
Emergono nuovi dettagli sul caso di Onana, scoppiato con l'esclusione del portiere da parte del ct Rigobert Song e arrivato fino al Parlamento camerunese. A svelare alcuni retroscena del dissidio tra l'allenatore e l'estremo difensore dell'Inter è un video, diffuso ad insaputa del commissario tecnico africano, che porta alla luce le motivazioni alla base del litigio

LO SFOGO - Nel video Song, rivolgendosi a un suo collaboratore, dimostra tutta la sua rabbia per l'atteggiamento del portiere. “Il giorno della partita con la Serbia ho detto a Onana che avevo bisogno di parlargli e lui ha cominciato a piangere. Gli ho detto: ‘Non ho tempo per parlare di queste cose, ti ho chiamato ieri e non sei venuto a parlarmi. Parlo con Aboubakar, Choupo-Moting e Anguissa che sono i giocatori più rappresentativi della squadra e non posso parlare con te?'", spiega l'allenatore. Proseguendo Song aggiunge: "In albergo invece di venire a parlare con me è andato dal presidente Samuel Eto’o. E il presidente lo ha mandato... io non so dove”.  Si comprende poi il motivo alla base del litigio: “In allenamento Onana dà spettacolo, in campo si prende troppi rischi. Gliel’ho ripetuto: ‘Non devi rischiare, rinvia ai lati del campo, non in mezzo’. E lui mi ha risposto: ‘Sto giocando, non ho tempo per parlare con te’”.  Quest'ultima la risposta che ha fatto infuriare il ct.

IL BOTTA E RISPOSTA - La lite tra i due va avanti sui social, dove Onana ieri citando George Orwell aveva scritto: “In un mondo in cui mentono tutti chi dice la verità è un rivoluzionario. Ma il tempo metterà tutto al suo posto”. La replica a distanza del ct è altrettanto chiara: “Dato il clamore suscitato dalla diffusione di questa conversazione privata, devo precisare che sono stato costretto a prendere una decisione importante nel rispetto del gruppo dopo che è stato violato il mio onore come c.t. dei Leoni Indomabili”