Commenta per primo

L'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha espresso il proprio rammarico per quanto accaduto a un cittadino romano, che si è visto negare il biglietto per il figlio di 5 anni della partita Roma-Bologna perchè il piccolo tifoso era sprovvisto di documento d'identità. L'episodio, denunciato dal quotidiano 'Il Romanistà, secondo l'Osservatorio è stato «evidentemente determinato da un'interpretazione eccessivamente rigida della normativa di settore». «Nell'auspicare che l'As Roma, da sempre estremamente sensibile alle politiche di inclusione delle famiglie, possa risolvere il problema per il cittadino che si è rivolto al giornale, nei prossimi giorni l'Osservatorio fornirà ulteriori chiarimenti e direttive sulla vendita dei tagliandi ai minori», si legge in una nota dell'organismo collegiale.