Commenta per primo

Pareggio giusto all'Euganeo per 2-2 tra Padova e Nocerina, con qualche recriminazione per i campani, che non sfruttano la giornata sottotono dei patavini. Gara vivace e divertente nella prima frazione di gioco tra biancoscudati e molossi. La squadra di Auteri passa in vantaggio al 15' con un contropiede improvviso grazie al tap-in vincente di Plasmati a porta vuota, sulla corta respinta di un Pelizzoli non irresistibile sul diagonale angolato ma debole di Farias, ben imbeccato da Negro. Un minuto e venti secondi dopo immediato pareggio dei padroni di casa con un tocco sotto misura in area di Marcolini sul filo del fuorigioco, con accese proteste degli ospiti (espulso il vice-allenatore Cassia), su dormita collettiva della difesa campana. Ma la Nocerina non ci sta e fa la partita, colpendo un palo clamoroso con Plasmati al 24' e fallendo un gol con Scalise al 17' (conclusione dal limite dell'area parata a terra da Pelizzoli). Poco dopo occasione anche per il Padova con un tiro alto sulla traversa di Ruopolo da buona posizione. Ancora Plasmati in evidenza al 31' con una girata pericolosa in area deviata in angolo all'ultimo istante da Trevisan. Risposta dei patavini al 35' con un colpo di testa di Schiavi fuori di poco su angolo di Marcolini. Al 39' ancora Nocerina vicina al gol con un bel tiro a girare di Farias che fa la barba al palo. Nella ripresa non cambia il copione della partita, con entrambe le squadre in campo per vincere. Biancoscudati in vantaggio al 55' su rigore (fallo ingenuo di Pomante su Cutolo), che Milanetto trasforma con sicurezza. Ma i molossi non demordono e pareggiano i conti quattro minuti dopo con una punizione di Plasmati dai 20 metri con Pelizzoli immobile. La Nocerina insiste ancora con una insidiosa staffilata di De Liguori dalla distanza al 61' e un rasoterra velenoso di Farias al 62', che sfiora il palo. Il Padova soffre la pressione dei rossoneri e non riesce a rendersi minaccioso dalle parti di Russo, se non con tiri dalla distanza come al 74' con Cutolo alto sulla traversa. Ma i biancoscudati, in dieci uomini (espulso Cacia al per una gomitata a Pomante), sfiorano il gol con una conclusione a girare di Milanetto al 90' fuori di poco. Anche i molossi vanno vicinissimi al colpaccio al 92' con un angolo di Negro respinto alla meno peggio da Pelizzoli. Ottimo punto per la Nocerina in trasferta. Da rivedere, invece, il Padova di Dal Canto, con la testa già alle vacanze natalizie.

PADOVA

Il centrocampista del Padova, Michele Marcolini: 'In altre occasioni avremmo perso una partita come questa. Peccato perchè volevamo vincere questa gara, visti anche i risultati delle altre pretendenti per la A. Loro hanno giocato molto bene e abbiamo fatto fatica ad imporre il nostro solito gioco. Adesso la sosta natalizia viene al momento giusto per ricaricare le batterie'.

Il portiere del Padova, Ivan Pelizzoli: 'Sul primo gol ho cercato di deviare il tiro, ma purtroppo non ho potuto evitare la segnatura. Sulla punizione-gol di Plasmati purtroppo non ho visto partire il tiro, ma in ogni caso non so se avrei preso quella palla angolatissima. Sono rammaricato per questo pari, anche se oggi abbiamo rischiato tanto ed è andata bene così. Ci rifaremo nell'anno nuovo'.

NOCERINA

L'allenatore della Nocerina, Gaetano Auteri: 'Per me è un punto amarissimo, visto che abbiamo avuto tante occasioni per fare gol. E' un momento negativo come risultati per la Nocerina, ma dobbiamo continuare su questa strada senza mollare. Bene Plasmati con la sua doppietta, ma un complimento a tutta la mia squadra per la partita, in cui abbiamo concesso poco o niente al Padova. Meritavamo sicuramente di più ai punti, ma manchiamo di concretezza sotto porta. Abbiamo preso due gol su episodi molto discutibili, ma accettiamo con serenità il verdetto del campo'.