5
10 Samuele Ricci e Fabio Parisi: i due gioiellini scuola Empoli per premiare una squadra che vola, un club che premia chi merita, una filosofia che dà sempre premia i giovani. Marea azzurra nel 5-0 contro la Salernitana: gli 11 di Dionisi sono uno spettacolo. 

9 Davide Diaw: vince la sfida con Forte in Pordenone-Venezia, segna per la sesta partita consecutiva, come Ibra (unico nei 5 maggiori campionati europei) e settimana prossima va per il record solitari.

8 Amato Ciciretti: ci vuole tempo, ma la qualità alla fine premia sempre. Ed è il caso dell'esterno del Chievo Verona, che fa un gol dei suoi col mancino nella vittoria sull'Entella, colpendo anche un palo. Se sta così, in B fa sempre la differenza. 

7 Antonino Barillà: 3 gol nelle ultime 4 per il centrocampista del Monza. Un inizio difficile, ora si è sbloccato mostrandosi per quello che è: un giocatore che in B fa la differenza. 

6 Daniel Ciofani: gol dell'ex contro il Pescara, il bomber della Cremonese apre la sfida con gli abruzzesi, vinta dai grigiorossi al debutto con Pecchia in panchina. Che possa essere un nuovo inizio? 

5 Alessandro Nesta: la vittoria manca dal 18 dicembre, 5 partite senza i 3 punti: 3 pareggi e 2 sconfitte per una squadra che ambisce alla promozione è troppo poco. 
4 Luca Lezzerini: il portiere del Venezia va troppo morbido sul gol di Ciurria, non aiutato da una deviazione, ma poteva sicuramente fare di più. E i lagunari perdono 2-0 con il Pordenone.

3 La Reggiana: 6 sconfitte nelle ultime 8. Troppe per dare un brutto voto a un singolo: urge una scossa.

2 Paletta e Bettella: due come i gol regalati al Cosenza: l'italoargentino fa gol nella sua porta riaprendo un match già indirizzato, il centrale scuola Inter, invece, regala la sfera a Tremolada che non perdona e fa 2-2. 

1 Jeremy Menez: l'uomo che aveva acceso la B con uno splendido gol a Salerno sotto il sole estivo, si è spento col freddo invernale. Errore dal dischetto e Reggina che perde in casa contro il Lecce.

0 Salernitana: crollo nel big match contro l'Empoli. Quando si alza l'asticella, sembra soffrire di vertigini: il campionato è lungo, ma c'è bisogno di un salto di qualità.