214

L’Inter, con un uomo in meno negli ultimi 10 minuti, non riesce a superare il Palermo in trasferta. I nerazzurri agganciano momentaneamente la Fiorentina in testa alla classifica a 18 punti. Nel primo tempo il Palermo gioca meglio: pressing alto e poco spazio di manovra per i nerazzurri. Poche occasioni da una parte e dall’altra, ma sono i rosanero a fare di più. Nel secondo tempo l’Inter entra in campo più convinta, ma non basta. La svolta arriva con il cambio di Mancini: fuori Kondogbia, dentro Biabiany. Proprio l’esterno francese, al 60’, la appoggia per Perisic: è l’assist per l’1-0, il croato porta in vantaggio i nerazzurri con un tap-in da pochi passi. L’Inter però non riesce a mantenere il risultato e dopo sei minuti arriva il pareggio del Palermo, Gilardino mette dentro un tiro rimpallato di Vazquez. L’Inter prova a vincerla, ma al 79’ arriva il secondo giallo per Murillo. In 10, diventa molto più difficile per l’Inter trovare azioni pericolose, ci prova Guarin con un’azione personale ma tira fuori. Ci prova anche Ljajic nel finale, entrato al posto di un deludente Icardi. Ma non basta, è 1-1.