Commenta per primo

Anche il rinnovo De Rossi resta un argomento caldissimo, l'ultimatum della Roma sarebbe dovuto scadere ieri, invece siamo ancora al punto di partenza ma è arrivato James Pallotta, l'imprenditore statunitense e azionista di maggioranza. Il suo jet privato è atterrato a Ciampino in mattinata, subito coinvolto: «Stiamo lavorando per il rinnovo di De Rossi, non ci sono problemi di soldi e non solo per quanto riguarda De Rossi. Se l'ho incontrato negli Usa? Non sapevo fosse lì. Perch´ sono venuto a Roma? Per passare un weekend e visitare la città. Tra lunedì e martedì ho altri affari. Tornerò a Boston mercoledì o giovedì». Da queste parti non sono state prese come dichiarazioni tranquillizzanti, questi americani sembrano così lontani dal calcio che inquietano, ma c'è Franco Baldini. Ieri l'incontro con il manager di De Rossi ed ennesima conferma della proposta della Roma che non si sposta dai sei milioni annui di rinnovo. Un'offerta resa volutamente pubblica per mettere il giocatore davanti ai propri tifosi, ora dipende solo da lui la permanenza. Il Manchester City è disposto ad aspettare fino agli ultimi giorni di mercato. «Mancini cerca sempre un grande calciatore - spiega il suo procuratore De Giorgis -, il City ha fatto intendere di non voler spendere tanti soldi a gennaio ma se esistesse la possibilità di arrivare a un big, farebbe un sacrificio economico. Ma se fossi il proprietario della Roma, tenterei fino in fondo, anche fino al 29 giugno, di fargli firmare il rinnovo.

Anche perch´ a gennaio cosa può ricavare da un calciatore, per quanto di alto livello, che va in scadenza? Cinque, sei milioni di euro?».
Alla ripresa del campionato la Roma è in subbuglio, la partenza di Borriello e l'infortunio di Osvaldo con la risonanza magnetica che ha confermato la lesione muscolare di secondo grado e i due mesi di stop, spingono Baldini alla ricerca di una punta. Eppure al momento i segnali sono all'opposto. Scartati Amauri e Iaquinta, Neymar sogno impossibile, Nilmar improvvisamente non è più una pista così calda, restano Floro Flores e Maxi Lopez che non eccitano nessuno. Baldini sta recuperando due giovanissime promesse come Gianluca Caprari, con retromarcia sulla promessa di prestito al Pescara di Zeman, e il rinnovo della comproprietà col Parma di Fabio Borini. Non basterà alla tifoseria, soprattutto se con Daniele De Rossi le cose dovessero finire al City.