157
Così Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, ha parlato a Sky Sport prima della partita contro l'Udinese che può valere lo scudetto: "Inserimenti dei centrocampisti? Avevo già spiegato che la squadra ha cambiato diversi sistemi di gioco, per molte partite abbiamo giocato con un modulo diverso, le mezzali trovando due attaccanti e il trequarti dovevano per forza allargarsi e perdi opportunità di inserimento. Col 4-3-3 si vedono di più anche in area di rigore e sono andate al gol o vicine al gol". 

DOUGLAS COSTA - "Un lusso come dodicesimo? È straordinario. Credo che anche a livello europeo e mondiale sia tra i più forti e decisivi del calcio. Ha avuto qualche problema fisico, ma Sarri l'ha gestito veramente bene anche dopo il lockdown. È un calcio diverso, noi ce ne siamo accorti in Coppa Italia. Gestito così lo abbiamo sempre e in maniera decisiva".
MIGLIORARE LA JUVE - "Siamo concentrati su stasera e su domenica. Cerchiamo di portare a casa il campionato, poi ci metteremo con Sarri per migliorare la Juve. Ogni anno cerchiamo di farlo, cercheremo di farlo anche quest'anno. Vincere è difficile, 9 anni di fila ancora di più e ce ne accorgeremo solo tra anni guardando indietro".

SARRI - Poi, arriva una frecciata alle rivali per lo scudetto, tra cui anche l'Inter allenata da Antonio Conte: "Critiche a Sarri? Siamo abituati, siamo la Juventus, abbiamo questa responsabilità ed è piacevole avere questa pressione. Io vedo che tutti i club hanno raggiunto i loro obiettivi, ma alla fine dell'anno nessuno dice che il loro obiettivo era lo scudetto. Nessuno vuole vincere? Lo prendiamo volentieri noi (sorride, ndr)".