Commenta per primo
L'Ex difensore crociato Liliam Thuram, campione del mondo nel 1998, è venuto in vacanza a Parma ed ha portato i suoi figli a fare un giro al Centro Sportivo di Collecchio. Thuram ha anche avuto modo di rispondere ad alcune domande della nostra Web Tv. "Sono venuto qui in vacanza con i miei figli - spiega l'ex campione - che sono nati qua a Parma. Cerco di venire almeno una volta all'anno. E' una cosa che fa piacere sia a me che ai miei figli". Come giudica il campionato del Parma che si sta per chiudere? "Non seguo molto il campionato italiano ed il calcio in genere, ma so che nell'ultima partita il Parma ha battuto la Juventus. Questo vuol dire che ha una grande squadra, perché è sempre difficile andare a vincere a Torino". Ha qualche consiglio per i giovani? "La cosa più importante è giocare a calcio con piacere. Aver voglia di crescere e di soffrire, perché si deve soffrire per diventare qualcuno. Il calciatore non deve perdere la gioia di quando era piccolo ed aveva un pallone tra i piedi". C'è un ricordo in particolare che le viene in mente pensando al Parma? "Ricordo che dopo le partite che giocavamo al Tardini, tornavo a casa mia a piedi in via Solferino con la mia difficile. Una cosa bella che credo non capiti in tutte le squadre. Qua mi sono sempre sentito bene e quando hai due figli che sono nati a Parma, non posso che non ricordarla con felicità". Vuol fare un saluto ai tifosi? "Spero che la squadra possa far bene anche nella prossima stagione e possa regalare loro tanti momenti felici".