Il tecnico del Parma Roberto D'Aversa commenta a Sky Sport il successo sull'Inter: "Era impensabile fare risultato, a volte quando si viene a San Siro ad affrontare una squadra forte come l'Inter si pensa questo. I miei ragazzi se lo meritano per l'inizio di campionato, abbiamo raccolto meno di quanto meritato. Era importante avere giocatori di esperienza come Gervinho e Bruno Alves, in passato abbiamo pagato una condizione fisica ottimale: abbiamo lavorato con due gruppi diversi, ma sapevamo che ci saremmo potuti togliere soddisfazioni. Dimarco? Sono contento, anche in Under 21 aveva segnato e questa è la dimostrazione che i sacrifici vengono premiati. I tre attaccanti? Già dalla fine dello scorso campionato giocavamo con una sorta di 4-2-3-1 in fase difensiva, per coprire con più uomini in mezzo e ripartire con i tre attaccanti vicini. Nel primo tempo potevamo sfruttare delle ripartenze, l'abbiamo fatto con una giocata del singolo e per come l'abbiamo preparata, con rispetto dell'Inter, è un successo meritato. Con la Spal mancava Gervinho dall'inizio, un giocatore che fa la differenza. Avevo la sensazione di poter fare risultato, ma quando hanno accelerato erano impressionanti. Il risultato poi cambia il giudizio, ma contro squadre come Juve e Inter le motivazioni vengono da sole. Io devo essere bravo a trovarle sempre".