90
Handanovic 6,5: Carica il peso sulla gamba sinistra e si distende per respingere il bel colpo di testa di Kurtic. Incolpevole sul tiro ravvicinato di Hernani. 

Skriniar 6,5: Conte gli ha trasformato gli occhi. Duro come sempre, ma più cattivo e attento. 

de Vrij 6,5: Davanti a lui si alternano le maglie del Parma, ma la cosa non sembra fargli specie: Man, Kucka e Inglese gravitano dalle sue parti, ma nessuno punge. 

Bastoni 6,5: Cresce d'intensità col passare del tempo e limita la fantasia di Karamoh, apparso ispirato fin dalle prima battute.

Hakimi 6: Nel primo tempo, le azioni più pericolose le crea sempre l’asse Hakimi-Lukaku. Il marocchino riesce ad arrivare con continuità sul fondo e in una delle sue sgasate trova Eriksen in leggero ritardo con l’appuntamento al gol.

Barella 5,5: Stanco, non arrembante come al solito. 

Brozovic 6,5: Ha il compito di regolare il pressing nerazzurro alzandosi su Brugman. Da una sua verticalizzazione nasce il gol di Sanchez.

Eriksen 6: Primo tempo a bassa intensità, poi alza i giri del motore e aumenta la qualità. Pesca Lukaku che in campo aperto vola per l'assist del momentaneo 0-2 a Sanchez.

(Dal 22’ s.t. Vidal 6: Ancora alla ricerca della forma migliore, con lui in campo l'Inter non trova più uscite pulite, ma ci mette buona determinazione).

Perisic 5,5: Ha la colpa di perdersi Hernani che riapre il match.

(Dal 39’ s.t. Darmian: s.v.)

Lukaku 7: Pronti-via, perde tre duelli consecutivi contro Valenti e un po’ si innervosisce. Poi sale in cattedra e diventa il solito riferimento per la squadra. In campo aperto disintegra Valenti e serve un grande assist (il quarto di fila) a Sanchez, che chiude il match. Quando accelera è illegale.

Sanchez 8: Vive un gran momento di forma e finalmente vede la porta con continuità. Un gol di rapina e un altro di giustezza, lanciano l'Inter a 6 punti dal Milan.

(Dal 31’ s.t. Lautaro 6: Pressa come un medianaccio. Quando si dice mentalità).


Conte 7: Dà fiducia a Sanchez e raccoglie un doppietta. Esce dal Tardini con tre punti fondamentali. La sua Inter è tosta.

PARMA

Sepe 6: In uscita bassa respinge il cross di Hakimi al centro dell’area di rigore e mura Skriniar da posizione ravvicinata. Incolpevole sul primo gol di Sanchez, in controtempo sulla seconda rete del cileno, col pallone che gli passa a pochi centimetri dallo stinco.

Osorio 6: Contiene bene le incursioni di Perisic.
Bani 6: Primo tempo di grande attenzione. Gioca di mestiere contro Lukaku e lo ostacola a due passi dalla porta non consentendogli di colpire comodamente di testa. 

Valenti 5: Parte bene vincendo tre duelli individuali contro Lukaku. Lentamente perde colpi, Sanchez gli sbuca alle spalle sul primo gol e Lukaku lo disintegra in campo aperto per l'assist del 2-0.

(Dal 21’ s.t. Busi 6: Ordinato sulla corsia di destra).

Gagliolo 5,5: Ruvido, impreciso. 

(Dal 21’ s.t. Pezzella 6,5: Entra e mette il suo timbro sul match con l'assist per Hernani).

Hernani 7: L'assist per il colpo di testa di Kurtic, tanta corsa e il gol che riapre il match. Prova gagliarda.

(Dal 39’ s.t. Pellè: s.v.)

Brugman 6: Nel cuore del centrocampo, gioca sempre con discreta freddezza e qualità.

Kurtic 6: Impegna Handanovic con un bel colpo di testa e battaglia contro Barella. 

Kucka 5,5: Fa a sportellate ma si vede poco nel vivo del gioco.

(Dal 22’ s.t. Inglese 5,5: Ingresso incolore).

Karamoh 6,5: Macina chilometri e copre tutto il campo. Meglio in difesa che in attacco e per uno come lui, spesso apparso indolente, è una novità.

Man 6: Prova a confondere le idee alla retroguardia nerazzurra abbassandosi molto a ricevere palla per liberare spazio a Kucka alle sue spalle. Sfiora il gol con un bel colpo di testa. Uno scontro con Bastoni ne compromette la gara e lascia il campo a fine primo tempo).

(Dal 1’s.t. Mihaila 6: Dribbling e velocità, impegna la difesa nerazzurra, ma è più fumo che arrosto. Deve badare al sodo).


D’Aversa 6: Rende all'Inter la vita complicata e gioca alla pari per un tempo. Poi i suoi calano e alla lunga lasciare Lukaku spesso in uno contro uno con Valenti non paga.