Commenta per primo
Anche se il risultato dell'Olimpico dice 2-1 per la Lazio, il Parma può comunque ritenersi soddisfatto della gara giocata. La squadra di D'Aversa non ha mollato di un centimetro nonostante i tanti assenti, rischiando di portare il match ai supplementari.

Le pagelle di CM:

Colombi 6: non ha grandi colpe sul primo gol della Lazio. Sul secondo è sfortunato poiché la palla dopo aver colpito il palo gli sbatte addosso ed entra in porta.

Busi 5,5: pochissimi spunti, ma allo stesso tempo non arrivano grandi pericoli dalla sua fascia.

Kurtic 6: nonostante fuori ruolo lo sloveno assicura grande carisma e fisicità nella retroguardia di D’Aversa. Probabilmente doveva guidare meglio le marcature sull’incornata di Muriqi.

Dierckx 5,5: il classe 2003 ha buone potenzialità, ma ancora concede tanto agli avversari. Il talento c’è, ma D’Aversa deve lavorarci molto. L’inesperienza si è vista sul vantaggio di Parolo in cui calcola male il tempo. (Al 76’ Camara SV).

Ricci 6: suo l’ottimo filtrante che porta al gol di Mihaila. Nel finale si perde Muriqi sul 2-1, ma può poco visti i 14 centimetri di differenza con l’attaccante della Lazio.
Sohm 5,5: prova senza infamia e senza lode per il centrocampista svizzero. Fa il suo dovere su Milinkovic, ma osa poco.

Cyprien 5,5: il calciatore francese si vede poco. Non riesce a far vedere le sue capacità. Occasione sprecata per mettersi in mostra. (Al 62’ Brugman 6: assicura maggiori geometrie al centrocampo dei ducali).

Dezi 5: il peggiore dei suoi insieme a Sprocati. Troppo confusionario e perde una palla sanguinosa al 54’ che provoca un tiro pericoloso di Akpa Akpro. Lì D’Aversa decide di cambiarlo. (Al 62’ Hernani 6: completa la difesa inedita con Kurtic dando maggiore esperienza).

Mihaila 7: il romeno cresce durante la gara. Oltre al gol all’83’ mette in difficoltà la Lazio al 72’ colpendo una traversa e dopo il pareggio con una serpentina che porta a un tiro debole tra le mani di Strakosha. (Al 92’ Traore SV).

Sprocati 5: impalpabile l’ex attaccante biancoceleste. Nessuna azione pericolosa del Parma passa per i suoi piedi. Fa veramente poco. (Al 92’ Adorante SV).

Brunetta 6: il classe ’97 argentino ogni tanto si assenta durante la gara, ma dà la sensazione di accendersi in qualsiasi momento. Al 72’ impensierisce Strakosha con un colpo di testa. Dopodiché però fa poco.

All. D'Aversa 6,5: nonostante la sconfitta il suo Parma non ha mai mollato e questa è la dimostrazione che la cura D’Aversa sta già facendo effetto. Al 90’ il tecnico dei ducali era sul pari contro la Lazio all’Olimpico e soprattutto con tantissime seconde linee in campo. Prova comunque positiva.