Commenta per primo

Nella conferenza stampa che si è tenuta a Collecchio prima dell'allenamento, Gianluca Musacci parte dall'emozione per il suo esordio dal primo minuto nella sfida con il Siena: "La partita è andata bene, era fondamentale portare a casa tre punti che ci hanno dato tranquillità e fiducia. Mi preme più sottolineare quello che ha fatto la squadra, piuttosto che la mia prestazione personale, perché devo ancora dimostrare tanto".

"Quando ho scoperto che sarei andato in campo? All'una di domenica scorsa - racconta il centrocampista - mister Donadoni è venuto nella mia stanza per dirmi che avrei giocato dall'inizio. Mi ha detto di rimanere tranquillo e di giocare con personalità. Mi ha voluto subito mettere alla prova. Mi sono sentito in debito con lui e volevo  ripagarlo in campo. Spero di esserci riuscito anche se so che c'è lavorare ancora molto".

L'attenzione poi passa al derby con il Bologna: "Queste partite valgono molto, ma al di là della rivalità noi con una vittoria potremmo raggiungere una posizione più tranquilla in classifica. Andiamo a Bologna per far punti e dimostrare il nostro valore".

Infine una battuta sul mercato e sulla possibilità di lasciare la società a gennaio: “Non ho mai pensato di lasciare il Parma. Sarei rimasto comunque qui a prescindere dallo spazio che avrei avuto. Sto bene e i giocatori con cui mi alleno mi stanno sicuramente insegnando tanto".