Commenta per primo

'E' antipatico finire sui giornali per una questione di soldi, visto che Corvino ha parlato di una differenza fra domanda ed offerta di centomila euro. Montolivo è un buon giocatore, ci sono società a cui è impossibile essere insensibili, soprattutto quando ti offrono certi tipi di ingaggi, quindi vedo il rinnovo del giocatore una storia intricata'. Pasquale Bruno, da quando è diventato intermediario di mercato (dopo un glorioso passato da calciatore) riesce a comprendere in maniera più precisa certe dinamiche. 'Se migliora in continuità e inizia a fare tanti gol, Montolivo può interessare anche ai top club europei - ha aggiunto l'ex difensore di Torino, Juventus e Fiorentina ospite di Radio Toscana -. E' ovvio che deve fare ancora il salto di qualità, ma vista anche la maturazione constatata in Nazionale, niente gli è precluso'.

Domenica allo stadio di via del Mare a Lecce si gioca però una sfida che segna uno degli incroci principali della carriera di Pasquale Bruno. 'Il Lecce vuole riscattarsi dopo la brutta sconfitta di San Siro, credo che livello di squadra sia migliorata visto che ha fatto anche degli acquisti dell'ultima ora, ma l'obiettivo rimane la salvezza che, se sarà acquisita, lo sarà solo all'ultima giornata - ha concluso il 48enne di San Donato di Lecce -. Chevanton è tornato in Puglia perché c'è una città che lo adora, e così ha reso felice mia figlia, che sta con lui. Un pronostico su Lecce-Fiorentina? Dico 1-X'.