2
Intervistato da Radio Sportiva l'ex presidente dell'Inter, Ernesto Pellegrini ha parlato del presente del club nerazzurro.

CONTE E TRAP - "Conte ex Juve? Anche Trapattoni era un uomo targato Juve, con lui è scattata subito la stima. Conte è una garanzia perché ha vinto scudetti e svolto un gran lavoro; poi ha carattere, sa motivare i giocatori e ha grande voglia ci vincere. La stessa che hanno gli interisti". 

MILAN ED EUROPA - "Sinceramente mi dispiace, io sono nato a Milano e, anche se tifo Inter da sempre, il Milan non mi è mai stato antipatico. Con Berlusconi ho sempre avuto un buon rapporto, basato sul rispetto reciproco. Non vederlo in Europa mi procura fastidio, anche se il Torino è una squadra a me molto cara". 

ICARDI E LUKAKU - "Ai miei tempi, sotto la mia presidenza, c'era una regola ferrea: non si parla di soldi durante il campionato. Era vietato, questo caso non si sarebbe stato. Lukaku? Lo vedo benissimo, non bene, perché è affermato, forte fisicamente e ha grande senso del gol. Poi ho sentito una sua intervista in cui mi ha sorpreso parlando bene in italiano". 

SAN SIRO - "Sono contrario intanto perché San Siro è un simbolo di Milano. Si potrebbero costruire strutture adiacenti dove c'è l'Ippodromo. Sarebbe un peccato abbattere uno stadio che ha visto giocare grandi campioni, sia dell'Inter che del Milan".