Gentile Procuratore,

mio figlio ha 16 anni ed è alto 1 metro e 77. Non riusciamo neanche a farlo provare in una società professionistica perché appena dico l’altezza mi bloccano subito dicendomi di lasciar perdere. Ma è proprio impossibile trovar squadra solo perché non si è alti? La verità è questa: i giovani portieri nessuno li sa osservare e valutare! O forse basta essere alti come Donnarumma per sfondare? Alberto '62 di Cesena



Gentile Alberto,

lei non è il primo papà che si lamenta perché il proprio figlio portiere non trova una collocazione sportiva interessante.
Del resto non posso negare che il parametro dell’altezza sia il primo requisito ricercato dai selezionatori. Non la pensa allo stesso modo Ermes Fulgoni, colui che ha scoperto e allenato Buffon ai tempi del Parma. Secondo questo grande Mister i ragazzi vanno aspettati e mai bocciati e, nel caso in cui ci si trovi di fronte a un talento, occorre capire davvero quanto la mancanza di cm sia così determinante. I portieri andrebbero valutati utilizzando una vasta gamma di parametri, quali la capacità esplosiva degli arti inferiori, la lettura delle traiettorie, la gestione della partita, la personalità, il controllo e la trasmissione del pallone con i piedi, ecc.

Un dato, tuttavia, non può essere sottaciuto: l'altezza media dei portieri professionisti in Europa è di un metro e '91. Piaccia o non piaccia, Donnarumma è alto 1 metro e 96 cm, ma non è certamente da ricercarsi solo nell'altezza il motivo della sua precoce ascesa nel campionato di serie A!

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: ritenete che un buon portiere debba essere necessariamente alto sopra il metro e 90 cm? 


Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it