48
E' probabilmente prematuro e un po' azzardato definirla già un'ultima chiamata, ma l'occasione che si presenta per Andrea Conti contro il Lecce è di quelle davvero importanti. Da cogliere senza esitazioni, per dimostrare al nuovo allenatore Stefano Pioli e soprattutto al Milan di poter essere ancora una risorsa importante, in una stagione partita per tutti col piede storto. Stante la squalifica di Calabria, dopo la deludente esibizione nel derby l'ex esterno dell'Atalanta è chiamato ad offrire nuove garanzie sulla propria condizione fisica, certamente penalizzata negli ultimi mesi dai due gravi infortuni al ginocchio subiti due stagioni fa, e la propria affidabilità sotto l'aspetto tecnico.

SOS FASCE - Questo complicatissimo inizio di campionato ha evidenziato come il Milan abbia un problema piuttosto grande sulle corsie laterali, nello specifico a destra, sulla quale anche Calabria è il lontano parente del giocatore che aveva convinto prima Montella e poi Gattuso a lanciarlo stabilmente da titolare. Non è un caso dunque che, nelle ultime settimane, le voci di mercato in chiave rossonera, a proposito di un nuovo possibile innesto in quella zona del campo, si siano fatte sempre più insistenti. I dati diffusi nei giorni scorsi sul pesante passivo dell'ultimo bilancio non inducono obiettivamente a pensare che il Milan possa essere particolarmente protagonista alla riapertura del mercato, ma se la cura Pioli avrà sortito l'effetto desiderato e riportato entro dicembre la squadra a ridosso delle avversarie nella corsa al quarto posto, non si può escludere che Maldini, Boban e Massara possano provare a migliorare l'attuale organico.

LA NOTIZIA PIU' BELLA - Una scelta che dipenderà anche e soprattutto dal rendimento che avranno da qui alla sosta natalizia gli attuali componenti della rosa rossonera, con alcuni giocatori come Conti inevitabilmente sotto esame. I 25 milioni di euro pagati nell'estate 2017 per quello che veniva considerato legittimamente come uno dei prospetti più interessanti nel suo ruolo in Italia sono un dato dal quale non si può sfuggire: con lui, classe '94, e Calabria (classe '96), il Milan era convinto di aver risolto una questione per diversi anni, ma la riprova del campo al momento sta ribaltando questa verità. Ecco perché alla ripresa del campionato, il difensore lecchese ha davvero molto da perdere e poco da guadagnare. E per sfruttare l'occasione e provare a insinuare qualche dubbio in più nella testa di Pioli ci sarà una carica supplementare data dalla notizia, comunicata via social, che lui e la sua compagna Martina (incinta di 3 mesi) aspettano un bambino. La notizia più bella, in grado di dare la spinta nel momento della verità.