89
Fra gli obiettivi della Juventus per la difesa ci sarebbe anche Cristian Zapata, nazionale colombiano classe 1986 in scadenza di contratto nel giugno del 2016 con il Milan e valutato circa 5 milioni di euro. La società bianconera, su indicazione di Massimiliano Allegri, lo considera la principale alternativa al greco Kostas Manolas, classe 1991 dell'Olympiakos, valutato 15 milioni di euro.

SE LA JUVE CHIEDE, IL MILAN COSA FA? - Ma di fronte a un'offerta della Juventus, che finora non c'è stata, come si comporterebbe il Milan, che al momento, fra i centrali di difesa, può contare anche su Mexes, Alex, Bonera, Zaccardo e Albertazzi (con gli ultimi due destinati alla partenza)? Molto dipenderebbe ovviamente anche dalle altre eventuali cessioni, in base alle quali Adriano Galliani potrebbe considerare o non considerare appetibile una eventuale offerta bianconera di 5 milioni di euro. 
SCAMBIO CON GIOVINCO? - Ma la vera chiave della trattativa (ad oggi, a dire il vero, piuttosto improbabile) potrebbe risiedere nelle contropartite tecniche che la Juventus potrebbe mettere sul piatto. Fra queste, Beppe Marotta e Fabio Paratici potrebbero provare a inserire Motta, De Ceglie e Padoin, anche se il nome che davvero potrebbe interessare il Milan sarebbe quello di Sebastian Giovinco, ma solo a una condizione: che nel frattempo i rossoneri falliscano l'assalto ad Alessio Cerci, sul quale ci sono anche il Monaco e l'Atletico Madrid. In mancanza di Cerci, Giovinco (classe 1987, in scadenza di contratto con i campioni d'Italia nel 2015, valore di mercato intorno ai 10 milioni) potrebbe essere una valida alternativa per gli schemi di Filippo Inzaghi. In quel caso, l'operazione Milan-Juve potrebbe delinearsi su queste basi: Giovinco rossonero per Zapata più cinque milioni.