"In Italia non credo di poter allenare, il problema è la lingua: potrei solo ordinare spaghetti al ristorante, nient'altro". Dietro la battuta c'è di più, perché Jurgen Klopp se l'è cavata così di fronte all'idea di sbarcare in Serie A alla vigilia di Liverpool-Roma. Sul campo ha dato una lezione di tattica a livelli da Coverciano, eppure il nome di Kloppo rimbalza in queste ore come sogno proibito della Juventus qualora dovesse andar via Max Allegri. Ma cosa risponderebbe davvero Klopp se arrivasse una proposta dalla proprietà bianconera?

IL PIANO DI JK - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, Jurgen ha assolutamente intenzione di rimanere al Liverpool qualsiasi sia l'esito della cavalcata in Champions League. Dovesse arrivare la Coppa o meno, Klopp ha dato la sua parola alla dirigenza: resterà ad Anfield, sta pianificando la prossima stagione anche a livello di acquisti su cui ha l'ultima parola, è assolutamente entusiasta dello sviluppo del suo progetto a Liverpool. Ritiene la sua squadra migliorabile, ci saranno innesti di qualità (Naby Keita è già prenotato, ad esempio) ed è convinto di non essere inferiore a tanti top club europei. Insomma, questo super Liverpool nella testa di Klopp non è un caso e vuole portarlo a crescere ancora. In più, JK desidera lottare per vincere la Premier League, traguardo che ritiene fondamentale prima di lasciare Liverpool un giorno: messaggio già trasmesso alla sua società. Il desiderio della Juve è quindi destinato a rimanere tale: no, danke. Klopp risponderebbe - o risponderà - così.