49
Una stagione da protagonista, la prima vera in Serie A. L'anno scorso un assaggio con l'Atalanta, 12 presenze che sapevano di apprendistato; quest'anno è uno dei volti del Verona che ha stupito tutti: Matteo Pessina conferma le aspettative che si avevano da quando il Milan lo pescò dal Monza, e ora è pronto a prendersi il futuro. 7 gol che hanno portato 11 punti, quando ha segnato l'Hellas ha perso una sola partita: capacità di inserimento e testa da veterano, il classe '97 sarà uomo mercato. 

Il cartellino è di proprietà dell'Atalanta, che lo riporterà alla base, nonostante Juric lo voglia con sé ancora a Verona. La Dea valuterà il da farsi, ma salvo sorprese, con l'offerta giusto, lascerà partire il 23enne. Che una speranza ce l'ha: come appreso da calciomercato.com, infatti, Pessina vorrebbe tornare al Milan. Il club che lo ha ceduto ai bergamaschi nell'affare Conti, e che ha il 50% sulla futura rivendita, è la sua meta preferita: occasione ghiotta per giocarsi le proprie possibilità in una piazza prestigiosa e che ha deciso di affidarsi, provando a dare stabilità. a Stefano Pioli. Giovane, di talento, valutato 15 milioni (la metà, quindi 7,5, per il Milan), è un profilo da Elliott. Ma per il momento il club meneghino si limita a osservare, in quanto non ha mosso, e sta muovendo, passi concreti per l'ex Monza, Lecce, Catania, Como e Spezia. 
Tre club che fanno sul serio, invece, ci sono: la Roma, che ha già chiesto il giocatore all'Atalanta e sta portando avanti la trattativa; il Napoli, con Gattuso pronto a cucirgli addosso il ruolo di mezzala, e il Valencia, più distante rispetto ai due club italiani ma ugualmente interessato. Tre club che fanno sorridere l'Atalanta, pronta a incassare. A meno che il Milan si faccia avanti, muovendo il primo passo. Che è anche la speranza di Matteo Pessina. 

@AngeTaglieri88