287
Gianluca Petrachi, direttore sportivo della Roma, ha parlato a Sky prima della sfida al Genoa, soffermandosi su temi di mercato:"Spinazzola? Sta benissimo ed è felicissimo di essere rimasto alla Roma e alla Roma rimarrà, questa è una certezza. Per quanto riguarda le dichiarazioni di Marotta, lo stimo, ma in questa circostanza c’è stato un cortocircuito tra lui e il ds, non si sono capiti. Avevamo chiuso l’operazione, ci sono le mail, poi si è parlato di visite mediche. Spinazzola lo aveva preso Marotta alla Juve, nel frattempo non gli è successo niente, ma hanno cambiato delle condizioni che per noi non potevano cambiare. Mi spiace anche per Politano che voleva venire qui. Se si può riaprire? Bisogna far prevalere il buon senso, si sa che certe cose possono accadere ma quando c’è la parola e un’operazione si definisce chiusa deve essere chiusa. A noi serve un esterno offensivo, se l’Inter vorrà prestarci Politano siamo pronti ad ascoltarli anche per fare il bene di questo ragazzo che è un capitale dell’Inter e che potrebbe fare anche il bene della Roma. Dobbiamo usare il buon senso, speriamo che le cose si sistemino, le schermaglie di calciomercato sono sempre esistite ma dispiace quando non si mantengono le parole date. Spinazzola non era neanche sul mercato, ce lo hanno chiesto loro e lo avevamo sacrificato perché ci serve un esterno alto. Quando l’Inter ci ha chiesto di cambiare la formula? Io parlo di corto circuito perché ancor prima delle visite mediche c’è stato un equivoco, con Marotta che ha chiamato Fienga dicendo di non essere convinto di uno scambio definitivo tra i due calciatori. Noi abbiamo fatto partire il ragazzo quando i direttori sportive erano già d’accordo”.