Commenta per primo

Partita scoppiettante e spettacolare quella andata oggi in scena al 'Garilli' di Piacenza. Emiliani che escono sconfitti per due reti a una, ma risultato finale che profuma di autentica beffa per la squadra di mister Madonna. Il Piacenza per la maggior parte della gara ha tenuto benissimo il campo, concedendo spazi ai contropiede del Novara ma schiacciando letteralmente i piemontesi nella propria metà campo, e il conteggio finale dei corner lo può testimoniare: nove a zero. Il vantaggio iniziale del Novara è siglato al 27' della prima frazione di gioco da Francesco Marianini su percussione da sinistra e assist dell'ex di turno Beppe Gemiti. Al 34' l'arbitro Giancola di Vasto assegna un calcio di rigore molto dubbio agli ospiti per fallo di mano al limite dell'area di rigore di Andrea Mei. Rigore neutralizzato da Marione Cassano, che respinge il tiro di Cristian Bertani. Ad inizio secondo tempo (48') è Mattia Graffiedi a chiudere un'azione spettacolare dei padroni di casa con un tiro imparabile nel sette (splendido l'assist di capitan Cacia a tagliare fuori tutta la difesa piemontese). Ad un minuto dal termine della gara arriva la doccia fredda per il Piacenza: contropiede orchestrato da Pablo Andres Gonzales e Bertani è bravissimo ad insaccare di testa alle spalle di un buon Cassano. Da sottolineare in chiusura la pessima direzione di gara di uno svagato arbitro Giancola, capace di distribuire ben otto cartellini gialli, alcuni dei quali davvero imbarazzanti.

PIACENZA

Il difensore del Piacenza, Michele Anaclerio: 'Siamo consapevoli della nostra forza, avendo messo così in serie difficoltà la capolista, e lo dico senza mezzi termini che per noi sono tre punti sfumati per un contropiede preso nel finale in maniera evitabilissima; abbiamo giocato il miglior primo tempo della stagione, producendo un gran bel gioco e costruendo almeno tre nitide palle-gol. Siamo stati molto ingenui sul secondo gol ma siamo già da ora concentrati al massimo, perchè sabato ci spetta una autentica finale, in casa del Cittadella e, questo è poco ma sicuro, noi andiamo in Veneto per portare a casa i tre punti. E' una sconfitta che brucia parecchio, ma per me è già archiviata e per quello che concerne il rigore non voglio commentare la decisione arbitrale, parlo solo della mia squadra. Dobbiamo ancora limare qualche meccanismo però siamo sulla buona strada e sono sicuro che capiterà prima o poi anche a noi di agguantare i tre punti nei minuti finali. Sono contento per la gente che è venuta oggi allo stadio, perchè sicuramente si sarà divertita e questo è un bellissimo spot per il calcio'.

NOVARA

Il difensore del Novara, Carlalberto Ludi: 'Siamo una squadra compatta che non molla mai, la partita secondo me nel complesso è stata equilibrata e noi in difesa ci abbiamo impiegato forse un po' troppo a prendere le misure ad un attacco che reputo fantastico, soprattutto oggi Daniela Cacia è stato un'autentica spina nel fianco e a tratti immarcabile. Poteva vincere anche il Piacenza, che veniva da ben otto risultati utili consecutivi, per cui per me, oggi, questi tre punti valgono almeno il doppio. Il messaggio che abbiamo dato oggi su un campo difficile come questo è molto chiaro, soprattutto a quelli che parlavano di crisi per soli due pareggi consecutivi. E' bellissimo quello che sto vivendo, partendo dalla serie C devo rendere merito e voglio in questa sede ringraziare questa società seria e ambiziosa che ha costruito un progetto e che fa di tutto per portarlo avanti nel migliore dei modi'.