183
Oggi è arrivata anche la conferma di Andrea Pirlo, a quanto vi avevamo scritto a fine agosto: nella nuova Juve, Federico Bernardeschi potrà fare l’esterno a tutta fascia nel 3-5-2. Parlando nella conferenza stampa alla vigilia del match con la Roma, l’allenatore dei bianconeri ha spiegato: “Bernardeschi può fare tutta la fascia, Douglas Costa solo l’attaccante. Bernardeschi non lo vedo trequartista ma sulla sinistra con forza e passo, è lì che lo vedo”. 

FINE DEGLI EQUIVOCI - Idee chiare, finalmente, che forse potranno far uscire una volta per tutte Bernardeschi dall’equivoco tecnico e tattico nel quale è caduto nelle ultime due stagioni, l’ultima di Allegri e quella di Sarri. Un jolly buono per ogni ruolo fra fasce (entrambe) e trequarti, con un pensierino anche alla mediana: così è stato visto il classe 1994 di Carrara negli ultimi due anni. Tutto e niente, fino a generare una grande confusione nella quale l’ex viola si è perso, fra prestazioni sempre più opache e tanti infortuni (l'ultimo dei quali il 2 settembre in Nazionale, una lesione di medio grado del muscolo retto femorale della coscia sinistra dalla quale sta ancora recuperando allenandosi a parte).
RUOLO E COMPITI PRECISI - Adesso Pirlo indica un ruolo e una competenza precisi: la fascia sinistra, con forza e corsa, caratteristiche che a Bernardeschi certo non mancano. In questo senso, il numero 33 della Juventus può diventare un’alternativa ad Alex Sandro e tentare di ripercorrere la strada intrapresa a suo tempo, e con enorme successo sia alla Juve che in Nazionale, da Gianluca Zambrotta, che da giocatore d’attacco venne trasformato a terzino a tutta fascia.