5
La casa d'asta britannica Bonhams è destinata a vendere quello che si crede essere la più antica motorizzazione britannica sopravvissuta fino ad oggi: un Santler Dogcart 1894 con un corpo in legno verniciato, piattaforma in ferro angolare con sospensione anteriore e posteriore completamente ellittica e una trasmissione a cinghie girevole. L'auto, che dispone anche di freni a pedale e a mano, dovrebbe arrivare fino ad un valore di 250.000 euro o 330.000 dollari.
 
LA STORIA DEL SANTLER - Il Santler fu costruito tra il 1889 e il 1922 a Malvern Link, Worcestershire, in Inghilterra dai fratelli Charles e Walter Santler, che ereditarono la compagnia dal padre, già ingegnere, e inizialmente si concentrarono sulla produzione di biciclette. La versione più antica del Santler era una doppia bicicletta da circa 4 piedi, alimentata da una caldaia a vapore verticale; il progetto è stato abbandonato a causa di una legge britannica del 1865 che richiedeva un minimo di tre membri dell'equipaggio per qualsiasi veicolo meccanico. Una versione successiva è stata eseguita su gas a carbone compresso, che non è riuscito a causa della bassa potenza e della portata limitata.
 
L’AUTO PIU’ ANTICA ESISTENTE - Il Santler in asta è stato ritrovato negli anni Trenta e sopravvissuto alla Seconda Guerra Mondiale (lo stesso non si può dire per gran parte delle pratiche amministrative sulla macchina, purtroppo). È stata restaurata con cura durante gli anni '50 ed è dotata di un motore a benzina a tre cilindri con cilindro raffreddato ad acqua. La sua data di fabbricazione originale è stata verificata dal Veteran Car Club, anche se il marchio di registrazione è stato originariamente rilasciato ad una macchina Santler del 1901.
 
IL PRECEDENTE - Un’altra famosissima casa d’aste inglese, Christie’s, vendette la stessa vettura nel 2001 per 146.750 sterline. L'offerta d’aste è in programma il prossimo 3 novembre a Londra. Nella fotogallery tutte le immagini della Santler Dogcart 1894.