Il team Yamaha Factory Racing si è recato a Madrid per presentare la sua nuova livrea, con i due piloti Valentino Rossi e Maverick Vinales pronti a dire la loro nel prossimi campionato del Mondo di MotoGP. Con, però, diversi punti interrogativi.

YAMAHA, NUOVA MOTO PER VALENTINO ROSSI - L'inizio della nuova stagione, accettare la sfida e spingersi ulteriormente in là. Tradotto: provare a vincere il campionato del Mondo 2018 di MotoGP. Il ​​nove volte campione del mondo Valentino Rossi e l'ex campione del mondo Moto3 Maverick Viñales sono chiamati all'impresa: Rossi è noto per essere il pilota di maggior successo della Yamaha ed è determinato a confermare ulteriormente il suo status nel 2018, quando parteciperà al sesto anno consecutivo con Yamaha Factory Racing dal suo ritorno datato 2013. Inoltre, il 2018 sarà la sua 13a stagione con la squadra da quando è entrato a far parte della Yamaha nel 2004. Anche se ha avuto un buon inizio di stagione l'anno scorso, due infortuni in due incidenti separati gli hanno tolto la possibilità di lottare per il titolo del 2017. Nonostante questo, il 38enne italiano ha ottenuto sei podi in totale, compresa una brillante vittoria in Olanda. Con un totale di 115 vittorie del Grand Prix scritte a suo nome, quest'anno si preparerà ancora una volta per la sua ricerca di un decimo titolo mondiale.

VINALES, MINA VAGANTE - Viñales ha fatto grandi progressi nel suo primo anno con il Movistar Yamaha MotoGP Team. Si è unito al team Factory Yamaha dopo aver maturato due anni di esperienza nella classe regina ed è stato veloce a farsi un nome come uno dei principali protagonisti, assicurandosi il terzo posto nella classifica generale piloti al suo primo anno con Yamaha. Il 23enne ha avuto un inizio da sogno nella stagione 2017, conquistando due vittorie nelle prime gare in Qatar e in Argentina, per poi confermarsi anche in Francia. Anche se il resto della stagione è stato più impegnativo per lo spagnolo, ha comunque conquistato il podio in totale sette volte lo scorso anno, il che gli ha fatto desiderare di gareggiare ancora nella parte anteriore del campo MotoGP durante la stagione 2018.

VALENTINO ROSSI CON L'INCOGNITA AFFIDABILITA' DELLA NUOVA M1 - Da Madrid, Valentino Rossi ha rilanciato la sua sfida al titolo mondiale, alla ricerca di quel decimo alloro che lo farebbe entrare di diritto nella storia di questo sport: "Sinceramente, non vedo l'ora di iniziare la nuova stagione - ha precisato il Dottore - l'anno scorso ho avuto problemi e infortuni. Vogliamo rendere memorabile il nostro quinto anno con Movistar, quindi spingeremo più forte che possiamo". Poi sulla stagione alle porte: "Il test a Sepang sarà importante. È la prima opportunità per i miei ragazzi di riunirsi quest'anno, che sarà divertente, ma presto diventeremo seri, perché vogliamo avere un'idea del nostro livello il prima possibile". Il Dottore non promette nulla, perché prima bisognerà confrontarsi con gli altri per cercare di capire se la M1 potrà davvero essere competitiva.