Commenta per primo

Quello del bosniaco rischia di diventare un triste déjà vu. A due giorni dalla gara contro la Grecia, crescono le possibilità che l'ex Lione possa disputare almeno uno spezzone di partita. Dopo aver inviato la documentazione relativa al ko alla caviglia (risalente al 3 marzo) e non aver convocato il calciatore contro il Parma, la Roma aveva già accolto con disappunto la convocazione.

Al momento i tentativi di mediare con la federazione bosniaca non stanno dando i frutti sperati e ora il club si trova con le mani legate anche perché l'intenzione di Pjanic è di giocare: 'La gamba sta migliorando e mancano ancora due giorni. Forse potrò garantire almeno 20 minuti'. Il bis con quanto accaduto lo scorso anno in occasione dell'amichevole con il Brasile è dietro l'angolo.

(Il Messaggero)