Il secondo turno di playoff di Serie C ha sancito il ritorno ad alti livelli del Catania, che dopo le critiche relative al percorso stagionale ha strapazzato la Reggina, reduce al contrario da un buon percorso nel finale di campionato. Gli etnei hanno avuto ragione dei granata con un rotondo 4-1, che rilancia le prospettive di promozione dei siciliani.

Supera il turno anche la Feralpisalò, altra quarta appena entrata in tabellone, alla quale basta uno 0-0 casalingo contro il Ravenna per accedere alla Fase Nazionale. Anche l'ultima quarta entrata in tabellone, l'Arezzo, passa il turno. Superato il Novara grazie al pareggio casalingo per 2-2, con i giustizieri del Siena che sono costretti ad abbandonare la competizione con largo anticipo rispetto ai pronostici. Percorso netto, fino a questo punto, anche per il Potenza, che liquida con relativa facilità la pratica Virtus Francavilla e prosegue in una stagione che ha riservato grandi sorprese ai lucani, tra le maggiori rivelazioni dell'intera categoria.

AL CARDIOPALMA - Le due sfide che hanno monopolizzato l'attenzione, però, sono state altre: Pro Vercelli-Carrarese e Monza-Sudtirol. In entrambi i casi, infatti, decisivi sono stati gli ultimi minuti di partita, decisivi per sancire le due squadre a passare il turno. Gli uomini di Baldini, in particolare, hanno compiuto una vera e propria impresa ribaltando in dieci minuti il fattore campo. Dopo il vantaggio iniziale di Gatto, infatti, la Carrarese è rientrata in carreggiata con la rete di Caccavallo all'82' ed è stata spedita in paradiso dal gol decisivo di Biasci al 93'. Discorso simile per il Monza, che dopo essere stato in vantaggio per 2-0 ha subito la rimonta feroce del Sudtirol che all'83' ha trovato la rete del momentaneo 3-2 che stava per spezzare i sogni di gloria dei lombardi. A sistemare le cose ci ha pensato Armellino che a un minuto dal 90' ha siglato la rete del definitivo 3-3. Avanti Carrarese e Monza, dunque, con il brivido, certo. Ma in fin dei conti il bello dei playoff è proprio questo: fino all'ultimo minuto può succedere davvero di tutto.

FASE NAZIONALE - Per stabilire gli incontri della Fase Nazionale si ritornerà alle urne, con il sorteggio. Le teste di serie sono la vincitrice della Coppa Italia (Viterbese), le terze classificate dei gironi (Pisa, Imolese e Catanzaro) e il Catania, migliore qualificata del secondo turno. Si torna a giocare su due incontri (andata il 19 e ritorno il 22 maggio), con le teste di serie che hanno un duplice vantaggio: giocheranno il ritorno sul campo di casa e, in caso di risultato in parità al termine dei 180 minuti, passeranno il turno senza dover disputare tempi supplementari in virtù dei migliori risultati stagionali. Ecco l'esito del sorteggio: Feralpisalò-Catanzaro, Potenza-Catania, Arezzo-Viterbese, Carrarese-Pisa e Monza-Imolese​.