1
Si entra finalmente del vivo dei playoff di Serie C, con la Final Four pronta a iniziare ufficialmente. Le protagoniste saranno: Padova, Avellino, Alessandria e Albinoleffe. Forse le più forti, ma arrivate alla fase finale solo grazie a grandissimi sforzi. A partire dal Padova, che ha rischiato di buttare alle ortiche quanto di buono fatto nella gara di andata (vinta 3-1 fuori casa). Già, perché la squadra di Mandorlini, che non subiva gol da gennaio tra le mura amiche, è andata sotto di tre reti contro un indomito Renate, che fino alla fine ha cercato di compiere l'impresa. Alla fine il risultato è stato 3-1, cosa che ha favorito il Padova grazie al miglior piazzamento in stagione, anche se con più di un brivido. 

LE ALTRE - Anche l'Avellino ha dovuto stringere i denti nella trasferta di Bolzano, terminata per 1-0 in favore del Südtirol che non è stato sufficiente per accedere alla fase finale del torneo. I padroni di casa, nonostante il vantaggio numerico per un'ora, si sono schiantati contro il muro eretto da Braglia, che conquista così una meritata semifinale per quanto visto in stagione. Le ultime due qualificate sono Albinoleffe e Alessandria, che hanno rispettivamente eliminato Catanzaro e Feralpisalò. I bergamaschi sono certamente la grande sorpresa di questi playoff e compiono un altro piccolo miracolo eliminando una squadra sulla carta più forte e attrezzata per arrivare in fondo alla competizione. L'Alessandria invece ha vinto di misura la propria partita, facendo valere il miglior piazzamento in campionato per avanzare. 

INCROCI E FAVORITA - Le gara di andata si giocheranno domenica, mentre il ritorno è in programma per mercoledì 9 con i seguenti incroci: Padova-Avellino e Alessandria-Albinoleffe. La sensazione è che in questo momento le due grandi favorite siano proprio Padova e Alessandria, che fin dall'inizio della competizione erano indicate come principali candidate alla vittoria finale. Detto questo, entrambe avranno di fronte avversari complicati, anche se per motivi diversi, cosa che non lascia spazio alla tranquillità. La finale sarà da conquistare sul campo, perché ai playoff nessuno regala niente.