123
Juve-Atalanta oggi non significa soltanto una sfida di campo perché fra le numerose pagine dell'inchiesta avviata dalla Procura di Torino nei confronti del club bianconero appaiono anche alcune delle operazioni di mercato completate negli ultimi anni fra i due club. In particolare è il trasferimento dei difensori Romero e Demiral ad aver attirato l'attenzione dei PM che oggi stanno indagando con l'ausilio della Guardia di Finanza su queste transizioni.

SCRITTURA PRIVATA -
Secondo quanto riportato da Ansa fra i vari documenti che la Guardia di Finanza ha avuto il compito di cercare e recuperare all'interno delle sedi milanesi e torinesi della Juventus "C'è anche una scrittura privata attestante la sussistenza di un "obbligo non federale" a carico dell'Atalanta" che sarebbe stata messa nero su bianco nell'ambito della doppia operazione di trasferimento dei calciatori Merih Demiral e Christian Romero.

OCCHIO NON AI VALORI - Non una richiesta fatta per verificare il valore degli incassi fatti segnare dai bianconeri, bensì, per verificare la presenza effettiva di questa "scrittura privata" fra le parti. Una formula che non dovrebbe essere consentita ad una società quotata in borsa. Ricordiamo che l'operazione Romero, ceduto per 16 milioni di euro all'Atalanta, ha generato una minusvalenza e non una plusvalenza a bilancio da 4,8 milioni. Demiral è invece arrivato a Bergamo in prestito oneroso con diritto di riscatto per un totale di 28 milioni di euro potenziali.