21
Nella giornata di oggi torna d'attualità la vicenda relativa al caso plusvalenze e al processo sportivo che vede il coinvolgimento di 11 club - tra cui Juventus, Napoli, Samp, Empoli e Genoa - e 59 dirigenti. Dopo la sentenza di primo grado dello scorso 15 aprile del Tribunale Federale, che aveva prosciolto tutti gli imputati mettendo seriamente in discussione l'impianto accusatorio della Procura FIGC, alle 10 ha preso il via l'udienza presso la Corte Federale d'Appello dopo il ricorso presentato proprio dalla Procura Federale. Nelle 70 pagine redatte, torna al centro della scena il metodo con cui sono state stabilite le valutazioni dei cartellini dei calciatori coinvolti nelle operazioni incriminate e si evidenzia come questo metodo sia lo stesso utilizzato in procedimenti precedenti e come i casi che il Tribunale definiva "sospetti" non siano stati esaminati.

LA RISPOSTA DEI CLUB - Questo però non sarà l'unico ricorso che la Corte Federale d'Appello dovrà valutare, in quanto anche Juve, Samp, Empoli e Parma hanno presentato  un reclamo incidentale per l’eccezione procedurale - respinta in primo grado - sul mancato deposito da parte della Procura della nota Covisoc sulle plusvalenze del 14 aprile 2021. Un ulteriore modo per tutelarsi appellandosi di nuovo al metodo, visto che nel merito hanno avuto ragione. La sentenza è attesa in giornata.